persecuzioni


Non si può essere amico dei cristiani e non morire davanti alla propria abitazione, folgorato da una serie di colpi d’arma da fuoco. È il drammatico epilogo che il gruppo “Tehreek-e-Taliban Pakistan” (così è stato rivendicato) ha riservato a Sardar Soran Singh, ministro delle minoranze di Khyber Pakhtunkhwa, una delle quattro province del Pakistan che si trova nella regione nord-occidentale […]

Contro i cristiani e i loro amici!


In queste ore – attraversate dal dolore per le vittime della strage parigina – ti viene voglia di imbracciare un kalashnikov e restituire pan per focaccia agli autori del massacro. Non lo faresti per vendetta ma per un improponibile e tutto sommato inutile senso di “umana” giustizia. Ma il cristiano è stato impastato con altri ingredienti! Ha ragione Georges Abou […]

Chi li sostiene?


«È importante lavorare sul posto, essere vicini al popolo, ma anche alzare la voce per dire al mondo intero: basta, mai più guerra!», e quel posto – stando alla recenti notizie di cronaca – si chiama Siria, oriente cristiano, Patriarcato di Antiochia dei melchiti che estende la sua giurisdizione su tutti i fedeli cattolici greco-melchiti ovunque essi abitino. Tra le […]

«Il nostro grande dolore è l’esodo!»



C’è il pericolo «che la ripetizione della denuncia dei crimini commessi e delle sofferenze patite dai siriani, rischi di diventare una banalità. Abbiamo paura che, a forza di leggere le atrocità che vengono commesse in Siria, voi perdiate la capacità di indignarvi, rassegnandovi ad accettare l’inaccettabile». È questa la schietta e laconica considerazione rilanciata nella recente lettera dei «Maristi blu» […]

Siria, il sostegno dei Maristi alla città di Aleppo


“Stato Islamico in Palestina”. È con questa dicitura che viene firmato un minaccioso volantino rivolto ai cristiani e divulgato nei quartieri arabi di Gerusalemme. Un chiaro avvertimento per i seguaci di Cristo, “invitati” ad abbandonare la Città Santa entro il 18 luglio (festa dell’Eid al Fitr, che conclude il mese islamico del Ramadan). Non mancano, nella funesta locandina, precise minacce […]

Minacce di morte contro i cristiani di Gerusalemme


Ancora un dramma nel Mediterraneo, in una situazione obiettivamente già satura di contraddizioni politiche e di sofferenza, oppure l’inconveniente di appartenere alla religione cristiana. Sta di fatto che in uno degli ultimi sbarchi di immigrati nel territorio italiano dodici cristiani sono stati gettati fuori bordo e annegati dai loro compagni di fede islamica, altri, invece, – come riportato da Radio […]

Anche in mare è guerra contro i cristiani



L’Arcivescovo di Bologna, il card. Carlo Caffarra, non usa mezzi termini per denunciare l’insulto che il circolo Arcigay del Cassero di Bologna, la scorsa settimana, ha rivolto al mistero della Passione di Cristo. «Le fotografie della serata – afferma il Porporato – sono un insulto di inarrivata bassezza e di diabolica perfidia a Cristo in Croce. Non si era ancora […]

Volgarità e “impunito” vilipendio alla religione


“Ci stiamo confrontando con chi ha rubato la nostra religione con l’Islam cattivo, la violenza e le stragi. Si dichiarano successori del Califfato islamico, ma non hanno coscienza né cuore. Sulla mano destra hanno il sangue degli innocenti e con la sinistra incitano a condividere la loro legge barbara. Dobbiamo agire. Siamo in gara contro il tempo per adottare politiche […]

Una “vittoria sulla morte” ancora capace di sorprenderci!


1
Non è per un semplice spirito apocalittico che possiamo coerentemente affermare di trovarci oggi in un tempo di persecuzioni. Di solito, quando si parla di persecuzioni ritornano nella nostra mente i tempi drammatici vissuti dai primi cristiani che aderivano alla fede in Cristo, e per questo motivo subivano il martirio. C’è però un’altra forma di persecuzione che sembra essersi adeguata […]

Gli “apologeti” del terzo millennio



Bernardetta, Olga e Lucia sono le tre suore italiane, missionarie saveriane, uccise in questi giorni in Burundi, con modalità efferate, nel loro convento, nella missione di Kamenge, alla periferia di Bujumbura, capitale del Paese africano. Suor Olga Raschietti, suor Lucia Pulici, di 75 e 83 anni, e suor Bernardetta Boggian, 79 anni, che – ricorda Radio Vaticana – ne aveva […]

“Va’ e dona la vita!”


Lo Stato Islamico (Is) vuole provocare un attacco occidentale! Ne è sufficientemente convinto lo studioso Massimo Introvigne, fondatore e direttore del Centro Studi sulle Nuove Religioni (CESNUR), che ai microfoni di Radio Vaticana, a proposito dei video shock della decapitazione del secondo ostaggio americano (ucciso nell’arco di due settimane dagli jihadisti) precisa: “Questi video vogliono precisamente indurre gli occidentali a […]

Quella scelta di non pubblicare le immagini delle decapitazioni


Seo So-Mun lo si potrebbe considerare il polmone della fede coreana, uno dei luoghi maggiormente onorati dalla Chiesa di Seul, un sacrario di estrema rilevanza storica, religiosa e culturale che ricorda le vittime della persecuzione religiosa del XVIII secolo. Al centro del parco di Seo So-Mun una torre, composta da tre colonne di granito, commemora i 44 martiri testimoni della […]

Corea: Papa Francesco beatifica i primi martiri davanti ad un ...



2
Che i cristiani si convertano, oppure paghino la “jizya” (un’onerosa tassa imposta a tutti coloro che non sono musulmani), oppure lascino la città e le proprie case con indosso soltanto i vestiti, senza portare via nulla, poiché d’ora in avanti le case dei cristiani – marchiate con la lettera “N”, perché “nazareni” – sono proprietà dello Stato islamico. E’ il […]

Siamo tutti “Nazareni”


Le meditazioni scritte da mons. Giancarlo Maria Bregantini, Arcivescovo di Campobasso-Boiano, in occasione della Via Crucis al Colosseo 2014, presieduta da Papa Francesco, raccontano la Passione di Cristo e le ferite della nostra società. Un testo – dal titolo “Volto di Cristo, volto dell’uomo” – per nulla scontato che descrive nel dettaglio gli affanni, le inquietudini e le sofferenze del […]

La Passione di Cristo e le ferite del nostro tempo


“Non abbiamo potuto partecipare alla messa neppure la domenica, né leggere la Bibbia. Avevamo grande desiderio di ricevere i sacramenti e sostegno spirituale da un sacerdote, ma non ci è stato permesso dai capi della prigione”. E’ con queste parole che Paul Trần Minh Nhật – rivolgendo una missiva a mons. Nguyen Van Nhon, Arcivescovo di Hanoi – ha descritto […]

La difficile condizione dei cattolici in Vietnam




Non può lasciarci indifferenti il fatto che nel mondo, ogni 5 minuti, un cristiano venga ucciso a causa della propria fede. Le sanguinose e recenti aggressioni alle comunità cristiane d’Oriente, le inquietanti prese di posizione contro la salvaguardia della vita umana e la conseguente demolizione dei principali simboli della fede cristiana operate in diverse parti del mondo, non lasciano dubbi […]

Un osservatorio per fermare le persecuzioni contro i cristiani


2
È di un morto e dieci feriti il bilancio, ancora provvisorio, dell’attentato che ha avuto per obiettivo ieri la celebrazione domenicale della comunità cristiana interconfessionale Utawala, a Garissa, nel Kenya orientale, a 140 km dal confine con la Somalia. La vittima è il cappellano della polizia che presiedeva la celebrazione. «È stata colpita una sala della locale stazione di polizia […]

Kenya, terrorismo politico e non guerra di religione



A nulla valgono le proteste dei vescovi francesi e delle varie associazioni cattoliche contro l’ordine di espulsione emesso dalle autorità locali della Val-de-Marne, periferia ovest di Parigi, nei confronti della numerosa popolazione Rom.  Già nel mese scorso 150 poliziotti in tenuta antisommossa hanno evacuato oltre 200 persone su ordine del giudice ordinario del TGI (Tribunal de Grande Instance). Povera gente, […]

Francia, i vescovi in campo per difendere i Rom


Potrebbe apparire assurdo il caso relativo alle due giovani britanniche – Nadia Eweida, hostess all’aeroporto di Heathrow e l’infermiera Shirley Chaplin – licenziate entrambe per non aver voluto togliere il crocifisso indossato durante le ore di lavoro. Le due donne – ritenendosi vittime della discriminazione – chiedono adesso alla Corte di Strasburgo che venga loro riconosciuto il diritto alla libertà […]

Non tolgono il crocifisso e vengono licenziate