Il primo giubileo ricordato dal poeta Dante

PapaBonifacioSono 29 i giubilei celebrati dalla Chiesa cattolica, 26 ordinari e 3 straordinari. Il primo fu indetto da Papa Bonifacio VIII nel 1300, per rispondere alla richiesta di un’indulgenza speciale avanzata dai fedeli nella notte di Natale del 1299. Il 22 febbraio del 1300, con la bolla “Antiquorum habet fida relatio”, il Papa concesse l’indulgenza a tutti coloro che nel corso dell’anno si sarebbero recati in pellegrinaggio presso le basiliche di San Pietro e di San Paolo a Roma.
Pare che in quell’anno – secondo le cronache del tempo – confluirono a Roma duecentomila pellegrini.

Anche Dante descrive l’evento nel XVIII canto dell’Inferno della Divina Commedia:
«Come i Roman per l’essercito molto, / l’anno del giubileo, su per lo ponte / hanno a passar la gente modo colto, / che da l’un lato tutti hanno la fronte / verso ’l castello e vanno a Santo Pietro; / da l’altra sponda vanno verso ’l monte».

Come i Romani per la grande moltitudine (essercito molto) venuta in occasione del giubileo avevano trovato (colto) il modo per far passare la gente sul ponte Tevere, i quali – che da l’un lato tutti hanno la fronte – da un lato procedono verso San Pietro, dall’altra parte vanno verso il monte Giordano.

Foto: Bonifacio VIII indice il Giubileo del 1300 – Giotto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *