Non mi vedrete morire: la storia del beato gitano martire della fede

In occasione del 75° anniversario del martirio e dei 150 anni dalla nascita del Beato Zeffirino (Ceferino) Jiménez Malla (1861-1936), gitano e martire della fede di origine spagnola, la Caritas Italiana, la Fondazione Migrantes e il Centro Europeo Risorse Umane hanno presentato in questi giorni – presso la Sala Marconi della Radio Vaticana – l’audiolibro “Non mi vedrete morire”, sulla figura del primo nomade dichiarato beato nella storia della Chiesa. Attraverso questo audiolibro – riferisce mons. Giancarlo Perego, direttore generale della Fondazione Migrantes – “abbiamo ripercorso, non solo la storia di vita di un rom nato in Spagna 150 anni fa e salito sugli altari nel 1997, martire della fede. La sua figura emerge per una santità quotidiana e, al tempo stesso, universale, a cui tutti possiamo e dobbiamo aspirare”. Continua a leggere qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *