Il matrimonio in Chiesa è per tutti un Sacramento?

“Quando due giovani si uniscono, non è più necessariamente sulla base di un’alleanza formalizzata e di un progetto di vita. I giovani non distinguono bene la differenza tra un matrimonio per sempre, vale a dire fino alla morte, e un matrimonio per il più lungo tempo possibile”. Lo ha dichiarato il Segretario del Pontificio Consiglio per la Famiglia, mons. Jean Laffitte, durante la conferenza stampa per la presentazione dell’Assemblea Plenaria (29 novembre – 1° dicembre 2011) del Pontificio Consiglio per la Famiglia in occasione del duplice XXX anniversario della Familiaris consortio (22 novembre 2011) e della creazione dello stesso Pontificio Consiglio (13 maggio 1981). La società moderna spesso banalizza l’esperienza dell’amore umano, offrendo ai giovani un modello di identità familiare in piena crisi morale. Ma è soprattutto nella delicatissima sfera dei rapporti affettivi che si registra un notevole crescendo di incertezze e disvalori. “l’uso del proprio corpo e del corpo dell’altro, – chiarisce mons. Laffitte – attraverso un’unione che sia davvero un dono autentico, non si improvvisa, è frutto di una educazione al rispetto di sé e al rispetto dell’altro”. Continua a leggere qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *