Il “fiuto” degli alunni!

prima_2Questo è uno dei motivi per cui Papa Francesco ama la scuola. “Gli insegnanti – afferma il Pontefice ai 300 mila radunati a San Pietro per la giornata della Scuola – sono i primi che devono rimanere aperti alla realtà […] Perché se un insegnante non è aperto a imparare, non è un buon insegnante, e non è nemmeno interessante; i ragazzi capiscono, hanno «fiuto», e sono attratti dai professori che hanno un pensiero aperto, «incompiuto», che cercano un «di più», e così contagiano questo atteggiamento agli studenti”.

E’ vero, i ragazzi hanno “fiuto”, comprendono subito quando la lezione di un insegnante sa di minestra riscaldata o quando è a tal punto bella da lasciarli abbondantemente soddisfatti. E’ quel “cercare di più” di cui parla il Papa che salva la tua missione (non trovo altre parole per definire la professione dell’educatore). Una missione che in alcuni giorni appare impossibile; poi incroci lo sguardo sorridente di un alunno che coraggiosamente e a bassa voce ti dice: “Prof. che c’è? Non si sente bene oggi?”. Alzi lo sguardo anche tu, lo guardi, sorridi… e si ricomincia! Che ci volete fare, siamo fatti di carne anche noi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *