“Marziani” in Vaticano!

prima_2Anche i marziani trovano posto nelle parole di Papa Francesco! “Chi siamo noi – afferma il Pontefice durante la Messa presieduta nella Casa Santa Marta – per chiudere le porte” allo Spirito Santo, che fa andare la Chiesa “oltre i limiti, più avanti”? Lo Spirito Santo soffia dove vuole, ma noi qualche volta – ricorda il Papa nella sintesi curata da Radio Vaticana – proviamo a sbarrargli la strada. Come accadde a Pietro, che – testimone oculare della discesa dello Spirito Santo su una comunità di pagani – esita a dialogare con chi da sempre era stato ritenuto impuro, ricevendo le rimostranze dei cristiani di Gerusalemme, scandalizzati per il fatto che Pietro avesse iniziato a frequentare dei non circoncisi, battezzandoli! Ed ecco spuntare i marziani!

Papa Francesco, infatti, con simpatica ironia – riferendosi all’episodio di Pietro – propone un piccolo esempio: “E’ una cosa che non si poteva pensare quella [Pietro in compagnia dei pagani, ndr]. Se domani venisse una spedizione di marziani, per esempio, e alcuni di loro venissero da noi, ecco… marziani, no? Verdi, con quel naso lungo e le orecchie grandi, come vengono dipinti dai bambini … E uno dicesse: «Ma, io voglio il Battesimo!». Cosa accadrebbe?”.

“Quando il Signore ci fa vedere la strada, – prosegue il Pontefice – chi siamo noi per dire: «No Signore, non è prudente! No, facciamo così»… E Pietro in quella prima diocesi – la prima diocesi è stata Antiochia – prende questa decisione: «Chi sono io per porre impedimenti?». Una bella parola per i vescovi, per i sacerdoti e anche per i cristiani. Ma chi siamo noi per chiudere porte? Nella Chiesa antica, persino oggi, c’è quel ministero dell’ostiario. E cosa faceva l’ostiario? Apriva la porta, riceveva la gente, la faceva passare. Ma mai è stato il ministero di quello che chiude la porta, mai!”; e poi conclude: “Lo Spirito Santo è la presenza viva di Dio nella Chiesa. E’ quello che fa andare la Chiesa, quello che fa camminare la Chiesa. Sempre più, oltre i limiti, più avanti. Lo Spirito Santo con i suoi doni guida la Chiesa. Non si può capire la Chiesa di Gesù senza questo Paraclito, che il Signore ci invia per questo. E fa queste scelte impensabili, ma impensabili! Per usare una parola di San Giovanni XXIII: è proprio lo Spirito Santo che aggiorna la Chiesa: veramente, proprio la aggiorna e la fa andare avanti. E noi cristiani dobbiamo chiedere al Signore la grazia della docilità allo Spirito Santo. La docilità a questo Spirito, che ci parla nel cuore, ci parla nelle circostanze della vita, ci parla nella vita ecclesiale, nelle comunità cristiane, ci parla sempre”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *