Il comignolo più famoso del mondo

comignolo2Il comignolo più famoso del mondo, quel tubo di rame e acciaio che non supera i 150 centimetri di altezza, dalla forma tipicamente orientale, svetta imperioso sul tetto della michelangiolesca Cappella Sistina, per annunciare nei prossimi giorni l’elezione del 266esimo Successore di Pietro.
Ho provato a rovistare tra le citazioni letterarie più note nel tentativo di rintracciare un comignolo di pari importanza, ma senza alcun esito. Poi – ormai deciso a spegnere il mio pc – trovo questa bella poesia di Luigi Ruber, “Comignoli freddolosi”, che credo risponda bene alle attese che il fumo bianco della Sistina ci regalerà tra qualche giorno. Eccola:

Or che la neve ha coperto / d’un manto i campi e i prati, / i comignoli sul tetto deserto / sono contenti di stare aggruppati. / L’uno all’altro vicini, / si sussurrano parole di attesa; / aspettano che giù nei camini / un po’ di legna venga accesa. / E, quando una nuvoletta / di fumo s’alza e si accinge a volare, / sospirano: «Va’! Cerca in fretta  la primavera, / e falla tornare!»” (Luigi Ruber).

4 thoughts on “Il comignolo più famoso del mondo

  1. Carissimo Michelangelo, la pace. Gesù ti arricchisca di sempre nuovi carismi che possano accendere la dolcezza nei cuori freddolosi e tremanti dal freddo delle situazioni della vita.
    Questo riferimento del fumo in cerca di un “nuovo Pontefice e di una nuova primavera della Chiesa” è anche per noi tutti alla continua ricerca di fede, pace, serenità e gioia di vivere.
    Grazie.
    In Cristo.
    Vincenzo

  2. Il comignolo di Piazza San Pietro
    Provvisorio,
    per una certezza
    che apra la via all’infinito
    esistere.
    Solitario,
    umile come un saio
    tra statuarie realtà.
    Il comignolo di Piazza San Pietro
    traccerà nel cielo
    la candida speranza
    dell’anima nostra.
    ciao
    luisa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *