Anche Gesù fa l'esperienza del migrante

migranti“Il migrante è una persona umana con diritti fondamentali inalienabili da rispettare sempre e da tutti”. Lo ha ricordato Papa Ratzinger nel messaggio per la Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato 2010. Il tema scelto per questa 96ma giornata mondiale, “I migranti e i rifugiati minorenni”, dedica una particolare attenzione all’esperienza migratoria dei bambini. “Gesù stesso – ricorda il Pontefice – da bambino ha vissuto l’esperienza del migrante perché, come narra il Vangelo, per sfuggire alle minacce di Erode dovette rifugiarsi in Egitto insieme a Giuseppe e Maria (cfr Mt 2,14)”.

Nonostante la presenza di chiare  disposizioni relative alla salvaguardia e all’interesse dei minori, stabilite dalla Convenzione dei Diritti del Bambino, Benedetto XVI ricorda che la realtà talvolta è diversa; “Infatti, mentre cresce nell’opinione pubblica la consapevolezza della necessità di un’azione puntuale e incisiva a protezione dei minori, di fatto tanti sono lasciati in abbandono e, in vari modi, si ritrovano a rischio di sfruttamento”.

E’ importante – prosegue il Pontefice – che ai ragazzi nati nei paesi ospitanti o i figli che non vivono con i genitori emigrati dopo la loro nascita “sia data la possibilità della frequenza scolastica e del successivo inserimento nel mondo del lavoro e che ne vada facilitata l’integrazione sociale grazie a opportune strutture formative e sociali. Non si dimentichi mai che l’adolescenza rappresenta una tappa fondamentale per la formazione dell’essere umano”.

Nelle parole del Papa, infine, il riferimento all’esodo forzato, e in crescente aumento, di numerosi bambini, migrati dal loro Paese per gravi motivi e l’invito rivolto a tutti i cristiani “a prendere consapevolezza della sfida sociale e pastorale che pone la condizione dei minori migranti e rifugiati”.

A tal proposito ho pubblicato, qui, sul giornale online Medeu.it una bella pagina di carità e di solidarietà umana, mostrata da undici pescatori di Mazara del Vallo (Sicilia) che in questi giorni sono stati premiati per aver salvato lo scorso anno trecentotre immigrati di fronte alle coste di Lampedusa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *