Scalfari prepara la sua terza intervista al Papa

prima_2Spettacolare l’assist di Padre Federico Lombardi, direttore della Sala Stampa Vaticana, che riporta in parità il match tra Jorge Mario Bergoglio (Papa) e Eugenio Scalfari (Fondatore del quotidiano Repubblica). Per la seconda volta, infatti, lo storico direttore di Repubblica intervista Papa Francesco, e puntualmente, per la seconda volta scrive nel suo giornale quello che vorrebbe che il Papa dicesse. Lombardi marca stretto l’avversario – fino a quando è possibile, e lo sguardo dell’arbitro vigile –; Scalfari, però, corre verso la porta avversaria e, a telecamere (e soprattutto a “registratori”) spenti, entra a gamba tesa contro il Papa.

Mancano pochissimi minuti al termine della partita, e le parole di Scalfari attribuite al Santo Padre sono già in stampa. Lombardi, con un lungo cross dalla distanza, firma una nota ufficiale, e con un dettagliato resoconto descrive la dinamica dell’azione e il fallo commesso da Scalfari. “Non si può – si legge nella nota – e non si deve quindi parlare in alcun modo di un’intervista nel senso abituale del termine, come se si riportasse una serie di domande e di risposte che rispecchiano con fedeltà e certezza il pensiero preciso dell’interlocutore”. Occorre ribadire con forza – prosegue Lombardi – “quanto già si era detto in occasione di una precedente «intervista» apparsa su Repubblica, cioè che le singole espressioni riferite, nella formulazione riportata, non possono essere attribuite con sicurezza al Papa”.

Pare che Scalfari abbia già in mente una terza intervista che si svolgerà, a porte chiuse e fuori dalle mura vaticane, nel salotto di casa sua. Il Pontefice non sarà presente ma risponderà ugualmente alle domande che gli verranno rivolte!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *