Bella

Bella‘Bella’, il titolo del nuovo film pro-life, diretto dal regista messicano Alejandro Gomez Monteverde – che ha già raccolto negli Stati Uniti numerosi consensi da parte del pubblico e della critica – viene distribuito in questi giorni anche nelle sale cinematografiche italiane. Interpretato da Eduardo Verástegui – anch’egli messicano e co-produttore del film – ‘Bella’ racconta la storia d’amore tra una famosa star del calcio e una giovane cameriera.

José (interpretato da Eduardo Verástegui), con una brillante carriera da calciatore alle spalle, in seguito ad un drammatico evento abbandona i campi di gioco e inizia a lavorare come cuoco a Manhattan nel ristorante del fratello dove conoscerà Nina (interpretata da Tammy Blanchard), la giovane cameriera che lavora nello stesso ristorante. Nina, rimane incinta, e a causa dei ripetuti ritardi a lavoro viene licenziata dal ristorante. José, mosso a compassione, offre alla giovane mamma il suo aiuto, per aiutarla anche a dare senso alla sua vita invitandola a non abortire cercando di farla sentire amata. José rivela a Nina il dramma che lo ha portato ad abbandonare la prestigiosa carriera di calciatore e a scontare due anni di reclusione. Anche i genitori di José cercano di convincere Nina a tenere il bambino, offrendole accoglienza nella propria casa. Nina sembra però decisa ad abortire; José non demorde e prima che l’aborto venga praticato rivela a Nina di voler adottare la bambina che sta per nascere. La bimba si salverà e ‘Bella’ diventerà il suo nome.

Diversi gli encomi e i premi attribuiti al film. L’Ufficio film e trasmissioni della Conferenza episcopale degli Stati Uniti, riconoscendo nei contenuti del film ‘un messaggio positivo a favore della vita’ lo ha definito il secondo miglior lungometraggio del 2007.
Alejandro Gomez Monteverde, il regista, è stato insignito del Premio “Statunitense per scelta” conferitogli con una cerimonia alla Casa Bianca dagli U.S. Citizenship and Immigration Services. Al Toronto Film Festival, ‘Bella’ – campione d’incassi – vince il ‘Premio del Pubblico’; In Italia, il Movimento per la Vita, il 2 marzo 2010 ha assegnato alla pellicola il Premio europeo per la vita “Madre Teresa di Calcutta”.

‘Bella’ è considerata una perla nel panorama cinematografico mondiale. Un film che racconta da un lato la storia (quella dei due protagonisti) talvolta aggredita dallo sconforto e dalla disperazione, e dall’altro l’importanza della vita umana attraverso il dramma dell’aborto. Un film che dimostra anche la capacità di saper raccontare, con successo, tutto ciò che di buono esiste nel mondo e del bisogno che l’uomo ha di conoscere storie belle.
Grazie al sostegno e alle pressioni operate dal Movimento per la Vita, ‘Bella’ raggiunge anche gli schermi italiani. Decine le lettere di alcune donne che dopo la visione del film hanno scelto di non abortire. ‘Un film – dichiara Carlo Casini, presidente del Movimento per la Vita – che vale molte e molte nostre conferenze’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *