Costanza Miriano convoca il web per il “CORONA AntiVIRUS”

Costanza Miriano convoca il web per il “CORONA AntiVIRUS”

Costanza Miriano, attraverso il suo seguitissimo blog (oltre 30mila contatti), convoca un raduno di preghiera online e il popolo del web risponde con “virale” entusiasmo. «Abbiamo pensato – si legge nel testo dell’invito – di stringere la nostra comunità, la Chiesa, e il nostro paese, l’Italia, in un abbraccio di preghiera che non si interrompa mai, giorno e notte: una corona che non si spezza mai per spezzare la trasmissione del coronavirus, e molto più per la salvezza eterna di tutti».

In un tempo di difficile interpretazione socioreligiosa – dove persino alcuni prelati (alti o medio-alti) sembrano dispersi nella selva oscura del “non senso cristiano” – «c’è ancora un gruppo di amici – canta Antonello Venditti – che non si arrendono mai»!

Un abbraccio di preghiera, dunque, attraverso la recita del Rosario da pregare singolarmente o in gruppo, a cui, in meno di 24 ore, hanno aderito oltre duemila persone, prenotando una mezz’ora del giorno o della notte, «lasciando – come riportato nelle indicazioni del blog della Miriano – nome (basta anche solo quello di battesimo), città, orario scelto, per coprire tutto il giorno e tutta la notte, passando parola a tutte le persone di buona volontà». Numeri che – come ci confermano i collaboratori della Miriano – sono certamente destinati ad aumentare, visto che ad ogni minuto si collega al blog una media di 60 persone!

«Sicuramente – sottolinea con lodevole ottimismo la Miriano – in tantissimi già lo stanno facendo. Nei monasteri e nelle case, nelle chiese e nelle strade, nei conventi e nelle città, un popolo orante alza la sua voce. Per ora si può prenotare solo il primo e il secondo giorno, ma stiamo lavorando per ampliare le prenotazioni fino a quindici giorni».

Che dire? Forse nulla, il silenzio in certi casi è davvero d’obbligo, soprattutto se a parlare sono i fatti e la capacità del buon Dio di prenderti per mano anche attraverso questa iniziativa.

Unisciti alla preghiera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *