Verso “chi” orientare la propria vita!

remagi«Al vedere la stella, essi provarono una grandissima gioia. Entrati nella casa, videro il bambino con Maria sua madre, e prostratisi lo adorarono. Poi aprirono i loro scrigni e gli offrirono in dono oro, incenso e mirra» (Mt 2,10-11).

Talvolta bastano davvero poche parole per comprendere verso “Chi” è veramente orientata la nostra vita. I Magi non sono l’ultima coreografia natalizia (prima di disfare gli addobbi!) che arricchisce i nostri presepi. Essi sono una eloquente provocazione al nostro desiderio di incontrare Dio. Chissà, forse per troppo tempo abbiamo sperato di poterLo incontrare improvvisamente nella penombra delle nostre abitazioni, attraverso una luminosissima e folgorante visione! Niente di tutto questo! Il Re dei Re si lascia trovare nella semplicità di mille gesti quotidiani.

Qualcuno obietterà che ciò che spinge i Re Magi a cercare il Messia non lo si può considerare un classico gesto quotidiano. Certamente no! Ma la cosa che più lascia interdetti è la loro capacità di intraprendere un lunghissimo viaggio, guidati da una rarissima stella e soprattutto dalla fede, fermamente convinti di dover incontrare – nell’ordinarietà della loro vita – il Re Bambino!

La nascita di Cristo, nel panorama religioso di tutti i tempi, è un avvenimento indiscutibilmente “straordinario” e non può non interrogarci! Come i Re Magi, dunque: in cammino, prostrati e in adorazione verso Colui che si “manifesta” per il bene di tutto il mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *