Santa Teresa e i suoi Genitori veglieranno sul Sinodo

genitori_santiIl 18 ottobre i coniugi Luigi Martin e Zelia Guérin verranno dichiarati “santi” da Papa Francesco. L’evento si svolgerà a Roma durante i lavori del Sinodo dei vescovi (dal 4 al 25 ottobre) che metterà a tema la famiglia. Proprio per questa particolare occasione Papa Francesco ha chiesto espressamente che le urne contenenti le reliquie di santa Teresa di Gesù Bambino e dei suoi “santi” Genitori vengano esposte alla venerazione dei fedeli nella Cappella della Vergine “Salus Populi Romani” nella Basilica papale di Santa Maria Maggiore, a cui il Pontefice è particolarmente devoto.

«Louis e Zélie – dichiara il vice postulatore della Causa di Canonizzazione dei coniugi Martin, Antonio Sangalli – hanno dimostrato con la loro vita che l’amore coniugale è uno strumento di santità, è un camino verso la santità compiuto insieme da due persone. Questo, secondo me, è oggi l’elemento più importante per valutare la famiglia. C’è un bisogno enorme di una spiritualità semplice realizzata nella vita quotidiana» (Radio Vaticana).

Anche nel 2012, Papa Benedetto XVI chiese che il reliquiario dei coniugi Martin sostasse a Milano in occasione del VII Incontro mondiale delle famiglie. Luigi e Zelia ebbero 9 figli: quattro morirono in tenera età (Elena, Giuseppe Luigi, Giuseppe Giovanni Battista), gli altri cinque entrarono in convento (Maria, Paolina, Leonia, Celina, Teresa). L’ultima delle figlie, Teresa di Gesù Bambino e del Volto Santo (nota anche come Teresa di Lisieux) fu canonizzata nel 1925, patrona delle missioni dal 1927, patrona di Francia insieme a Giovanna d’Arco dal 1944, Dottore della Chiesa dal 1997.

Nell’agosto del 1873 Zelia scriveva queste parole al marito: “Ti seguo in spirito per tutta la giornata; mi dico: «in questo momento fa la tal cosa». Non vedo il momento di esserti vicina, mio caro Luigi; ti amo con tutto il mio cuore e sento ancora raddoppiare il mio affetto per la privazione che provo della tua presenza; mi sarebbe impossibile vivere lontana da te. […] Le bambine mi raccomandano di dirti che sono molto contente di essere venute a Lisieux e ti abbracciano forte”.

Di questa fedeltà e santità coniugale ne è sempre stata convinta – e soprattutto testimone – santa Teresa, che parlando dei propri genitori diceva: «Il Signore mi ha dato un padre e una madre più degni del cielo che della terra. Ho avuto la felicità di appartenere a genitori senza eguali»; e ancora: «Dio mi ha fatto nascere in una terra santa…». Un’intuizione che il prossimo 18 ottobre diventerà realtà.

Le reliquie di santa Teresa e dei Genitori potranno essere venerate davanti all’immagine della Vergine “Salus Populi Romani” durante il normale orario di apertura della Basilica di Santa Maria Maggiore: tutti i giorni, dalle 7 alle 19.

Scritto per Vatican Insider

1 commento su “Santa Teresa e i suoi Genitori veglieranno sul Sinodo

  1. Santi genitori di Santa Teresa del Bambino Gesu’ e del Volto Santo proteggete con la vostra santita la mia famiglia,me Pasquale,mia moglie Maria,Mia figlia Miriam e il suo sposo Jeffrey,mio figlio Michele e il piccolo Artb Lee Junior,e tutte le famiglie del mondo.
    VOSTRO Pasquale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *