Continui a lamentarti… mentre il tempo scivola via!

orologioContinui a lamentarti: «Se solo fossi stato in questa particolare situazione, a lavorare con quella persona, a occupare quella carica, di certo avrei ottenuto un meraviglioso successo». No! Fai il lavoro che il Signore ti ha affidato. Sei nel posto dove egli ti ha messo. Vai avanti senza incertezze. Se ti rigiri a destra e a sinistra non arriverai da nessuna parte” (F.X. Nguyen Van Thuan).

Questa splendida citazione mi ricorda una delle canzoni, a mio parere più belle, del cantautore italiano Vasco Rossi. In “Liberi, liberi” egli scrive: «Ci fosse stato un motivo per stare qui / ti giuro sai sarei rimasto sì / son convinto che se fosse stato per me / adesso forse sarei laureato / e magari se “lei”… fosse stata con me / adesso… sarei sposato! / Se fossi stato, ma non sono mai stato così; / insomma dai adesso sono qui! / vuoi che dica anche se soddisfatto di me / in fondo in fondo non sono mai stato / “soddisfatto” di che ma va bene anche se / qualche volta mi sono sbagliato».

Le scelte della vita, talvolta, sembrano rimanere incastrate dentro un inesorabile senso di apatia, accompagnate dal nostro giudizio negativo e insoddisfacente. Ci sembra di aver sbagliato tutto e volgiamo il cuore e la mente al passato, per tentare di esorcizzare il presente.

Rimanere nel posto che il Signore ci ha affidato e continuare a lavorare con pazienza e amore non mortifica la nostra vocazione. Tale consapevolezza ci deve permettere di andare avanti senza incertezze, grati a Dio per tutto quello che abbiamo ricevuto.

E’ facile dire: “Quello che faccio non mi piace, non mi gratifica, mi sento soffocare…”. Forse non ci siamo ancora giocati del tutto in quella realtà pensata per noi, e il rimpianto è la drammatica conseguenza di un lavoro mai espletato fino in fondo. Mentre il tempo scivola inesorabilmente come nelle splendide opere di S. Dalì (vedi immagine post).

6 thoughts on “Continui a lamentarti… mentre il tempo scivola via!

  1. L’articolo mi ha immediatamente colpito,e commosso perche’e’proprio vero che talvolta,anzi spesso,ci lamentiamo senza mai essere soddisfatti di niente e, di nessuno,anziche’renderci conto e, valorizzare tutto cio’che ci circonda!!Grazie dunque Michelangelo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *