Le due campane

prima_2“Prima di giudicare, ricorda che una storia ha sempre due versioni, e due versioni sono due verità”.

Rileggo tra alcune annotazioni questo interessante aforisma, in linea con i nostri tempi e senza dubbio assai veritiero. Esiste anche un’altra espressione simile a questa, di uso comune nei rapporti interpersonali, che invita ad ascoltare sempre “tutte e due le campane” prima di esporsi a qualsiasi tipo di valutazione (che non dovrebbe mai superare il limite delle nostre competenze, lasciando al buon Dio quel misterioso e misericordioso compito di misurare l’amore).
Spesso ci capita di assistere ad una discussione animata tra due parti, ciascuna delle quali rivendica all’altra una posizione considerata retta. Forse nessuno dei due sbaglia o sbagliano entrambi, di fatto – così ci ricorda l’aforisma prima citatocampane – siamo di fronte a due verità, ciascuna delle quali probabilmente dice qualcosa di reale. L’una chiede all’altra una maggiore capacità di ascolto, un’attenzione talvolta trascurata; entrambi – spesso inconsapevolmente – reclamano uno sguardo più attento alle esigenze del proprio cuore. Cosa avrà da gridare, poi, il nostro cuore al cuore dell’altro? Eppure, sempre più spesso, il nostro rapporto con gli altri si interrompe a partire dal suono di quelle “due famose campane”. La voce degli uni vuole superare quella degli altri e lo “scampanio” delle nostre parole diventa assordante e disarmonico. Non ci si ascolta e comprende più, lasciando le due probabili verità (annunciate da quel misterioso “suono” interiore) in balia del nostro irragionevole orgoglio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *