L’illusione di una buona azione!

prima_2Talvolta leggendo alcune notizie si rimane letteralmente interdetti, e ti viene anche in mente l’idea che queste possano essere infondate. Rileggi il testo pensando, con ingenua speranza, di esserti perduto un passaggio, e poi capisci che l’assurdo “dal momento in cui viene riconosciuto, – come affermava il saggista francese Albert Camus – diventa la più straziante di tutte le passioni”. Andiamo ai fatti. Un settantenne ruba in un supermarket di Vittoria (Ragusa) un pacco di pasta dicendo di avere fame! L’anziano “Lupen” non riesce a farla franca, perché un attentissimo addetto al personale del supermarket ragusano scopre il vergognoso misfatto e blocca con prontezza il malvivente. Un brav’uomo assiste al fulmineo arresto del vecchietto e si offre di pagare “per intero” il valore della refurtiva (56 centesimi). A questo punto ti aspetti gli applausi dei presenti e la decisione del direttore del supermarket di donare al vecchietto un buono spesa. Invece no!!! Non tutte le fiabe, infatti, si concludono con il lieto fine! Il responsabile del discount della provincia di Ragusa – magari perché non vuol saperne nulla di patetici gesti di tolleranza che sostengono la crescita della criminalità e ledono i sacrosanti criteri della giustizia e della legge – è irremovibile, e senza nemmeno pensarci due volte avverte le forze dell’ordine. “Pare un assurdo, – scriveva Giacomo Leopardi nello Zibaldone – eppure è esattamente vero, che, tutto il reale essendo un nulla, non v’è altro di reale né altro di sostanza al mondo che le illusioni”. In questo caso, l’illusione di una buona azione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *