In trincea!

trinceaL’amore e la comunione rappresentano per uomo una vera e propria vocazione, un’apertura alla santità. Per amare qualcuno non basta solo la nostra buona volontà, abbiamo bisogno di rapporti sostanziali; Dio stesso è sostanza d’amore, comunione e relazione, ed è a partire da questo prototipo trinitario che ciascuno di noi può iniziare a costituire i presupposti per una vera sequela.

Se i nostri rapporti, dunque, relativamente al donare e ricevere amore, non sono ancora pienamente e trinitariamente realizzati è perché, forse, manca Dio! Le nostre relazioni, infatti, spesso dicono altro!

Don Tonino Bello, a tal proposito, affermava: “Se oggi c’è un insegnamento che dobbiamo apprendere con urgenza da questo mistero (trinitario, ndr), è proprio quello della revisione dei nostri rapporti interpersonali. Altro che «relazioni». L’acidità ci inquina. Stiamo diventando corazze. Più che luoghi d’incontro, siamo spesso piccoli centri di scomunica reciproca. Tendiamo a chiuderci. La trincea ci affascina più del crocicchio. L’isola sperduta, più dell’arcipelago. Il ripiegamento nel guscio, più della esposizione al sole della comunione e al vento della solidarietà. Sperimentiamo la persona più come solitario auto-possesso, che come momento di apertura al prossimo. E l’altro, lo vediamo più come limite del nostro essere, che come soglia dove cominciamo a esistere veramente. Coraggio”.

8 thoughts on “In trincea!

  1. Caro Michelangelo, la pace. Dioo ti benedica per le cose che scrivi e che riporti. Lo Spirito di verità e discernimento che Dio ti regalato ti illumini sempre e ti protegga per portare agli smarriti di cuore (come me, spesso) la pace e la consolazione.
    In Cristo
    vincenzo

  2. Ciao Michelangelo,quanto sono vere le tue parole.Si,sembra proprio di vivere in continua trincea corazzati di tutto punto,per difenderci quotidianamente dagli assalti,e dice bene Tonino Bello,l’acidita’ci inquina assai,e ci rovina interiormente!!

  3. Sante Parole. Mai così precisi, puntuali, vere.
    Mi ci ritrovo. Questa radiografia con l’aiuto della
    preghiera ci dia il coraggio di cambiare mentalità,
    atteggiamento, qualche volta … fa male… ma è per un bene.
    grazie
    luisa

  4. ciao Michelangelo. confermo tutto.
    ma a volte, (e parlo di me) chiudersi è un pò come difendersi.
    l’incoraggiamento lo accetto volentieri, se no si rimane schiavi delle proprie paure. mettersi in discussione invece, è un modo per andare oltre certe convinzioni che con il tempo non fanno che nuocerci. ma che Dio illumini molti cuori, così per noi diventa tutto un pò più facile…
    anna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *