Fuori dall’Italia la maternità è un valore!

maternità“Il primo anno di vita del bambino è importante non solo per le relazioni genitoriali ma anche per quelle coniugali”. Pertanto si sottoscrive una legge sul congedo di maternità per la durata dell‘intero anno, in vigore dal 17 giugno. Non allarmatevi, non stiamo parlando del governo italiano ma di quello polacco. E’, infatti, il presidente della Polonia Bronislaw Komorowski che – ritenendo il periodo di maternità “fondamentale anche per la decisione relativa alla nascita del secondo e terzo figlio” – ha fatto in modo tale che la Legge si preoccupasse “davvero” del bene delle famiglie. Komorowski – come riportato dall’agenzia Sir – “ha inoltre preannunciato ulteriori provvedimenti a favore delle famiglie così come delle agevolazioni per tutti i componenti delle famiglie numerose. Il nuovo congedo di maternità (del quale possono usufruire anche i padri per un massimo di 38 settimane) è accessibile non solo per i lavoratori salariati ma anche per i titolari delle ditte individuali e i lavoratori a cottimo. Prevede l‘erogazione dell‘80% dello stipendio per tutta la durata del congedo o la suddivisione di tali emolumenti in frazioni pari al 100 e al 60%”.

Nel sito www.alfemminile.com leggo anche questi dati, dove il confronto con l’Italia è davvero ignobile:

Svezia e Norvegia
Entrambi i genitori hanno 18 mesi di congedo pagati. Gli asili pubblici sono sovvenzionati ed è normale avere orari flessibili di lavoro – le donne con bambini in età prescolastica hanno diritto a ridurre le loro ore lavorative. Il tasso di donne che lavorano è molto elevato. In Norvegia, le madri hanno diritto a 12 mesi di maternità pagate all’80% o a 10 mesi totalmente retribuiti. I padri sono autorizzati a prendere quasi tutto il congedo al posto della madre. Inoltre, i padri devono prendere almeno 4 settimane di congedo, che altrimenti andrebbero perse per entrambi i genitori. Il congedo è finanziato dalle tasse, così i datori di lavoro non perdono niente.
Tasso di natalità: Norvegia: 1.81, Svezia: 1.75

Regno Unito
Un anno di maternità, le prime 6 settimane al 90%, seguite da 33 settimane con la paga legale di maternità di 123 sterline a settimane. Il resto del congedo non è retribuito. Il congedo di paternità è di 2 settimane fino ad aprile del 2011. Dopo di che, una nuova legge concederà 26 settimane di congedo parzialmente retribuite e non retribuite da condividere con la madre. Il governo offre posti gratuiti per l’educazione primaria. I bambini dai 4 anni in su hanno posti gratuiti part-time all’asilo. I genitori di bambini che non hanno ancora 6 anni possono concordare orari di lavoro più flessibili.Tramite tasse e voucher esistono ulteriori agevolazioni per aiutare i fondi dell’educazione dei figli.
Tasso di natalità: 1.74

Italia
1 o 2 mesi prima del parto e 3 o 4 mesi dopo il parto (eventualmente 6 mesi supplementari di congedo parentale). Da molto tempo l’Italia soffre del problema di un forte calo del tasso di natalità. Purtroppo, le donne che vogliono avere figli sono spesso costrette ad abbandonare la loro carriera lavorativa; le tasse di asili privati sono altissime e le strutture dedicate all’educazione dei bambini non sono mai abbastanza.
Tasso di natalità: 1.33

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *