Qualcuno ci veniva a lato

discep_em«Noi seguivamo una strada, e qualcuno ci veniva a lato. Eravamo soli e non soli. Era la sera. Ecco una porta aperta, l’oscurità d’una sala ove la fiamma del caminetto non rischiara che il suolo, e fa tremolare delle ombre. O pane spezzato! O porzione del pane consumata malgrado tanta miseria! “Rimani con noi, poiché il giorno declina…”» (François Mauriac, Vita di Gesù).

Queste parole – tratte dalla Vita di Gesù dello scrittore francese François Mauriac – illustrano un importante dettaglio relativo all’incontro di Gesù con i discepoli a Emmaus.

Chissà quante volte è capitato anche a noi di percorrere il tragitto della nostra esistenza con la triste sensazione di essere rimasti improvvisamente soli. C’è tanto da fare e il carico delle nostre responsabilità sembra diventare sempre più pesante. Vorresti mollare tutto, credendo poi di stare meglio. E invece non è così, lo sai bene! Non riesci a nascondere a te stesso il fatto che esisti per qualcuno… per i tuoi figli, per tuo marito o per tua moglie, per i tuoi cari, per coloro i quali tu sei una presenza importante e insostituibile. La fede dice, inoltre, che tu sei importante persino per Dio!

E così, mentre i due discepoli – nella solitudine dei loro pensieri e sconfortati per la morte del Nazareno – si dirigono verso Emmaus incontrano il Signore, ma non lo riconoscono!

Accade spesso anche a noi di non riconoscerLo, e certamente della vita del Nazareno sappiamo molto di più di quei due discepoli. Forse non è la qualità della nostra vista che andrebbe migliorata, ma la capacità di sapersi affidare e riconoscersi amati da un Dio sempre accanto a noi. “Noi seguivamo una strada, e qualcuno ci veniva a lato”!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *